Arriva Touring Bird, per viaggiatori in cerca di esperienze

Esistono portali per trovare l’hotel, per scegliere il ristorante, prenotare un aereo… Ma oltre a questo, che cosa cercano i viaggiatori online? Esperienze!

Secondo Mark Okerstrom, CEO di Expedia, il gruppo ha  incrementato le proprie transazioni in termini di attività di circa il 20% nel primo trimestre del 2018.

Cos’è Touring Bird?

Ecco che Google ha pensato di agevolare chi sta pianificando un viaggio o si trova già in loco, sviluppando Touring Bird: una web app che raggruppa tour, attrazioni e cose da fare in tutto il mondo. 

Per il momento è disponibile solo in inglese, con la selezione di 20 città di maggiore interesse: Amsterdam, Barcellona, Berlino, Boston, Chicago, Las Vegas, Londra, Los Angeles, Madrid, Miami, Nuova Delhi, New York, Orlando, Parigi, Praga, Roma, San Diego, San Francisco, Toronto, Washington. Sembra però che presto si amplieranno le destinazioni, dato che molte Local Guides e travel influencer sono al lavoro per arricchire la piattaforma con consigli di viaggio ed informazioni utili.

Come funziona Touring Bird?

La ricerca delle attività in questi luoghi può essere filtrata scegliendo giorno, ora o momento della giornata, prezzo (da 0 a 500 $) e possibilità di cancellazione.

touring bird attivitàAlla semplicità di ricerca si associa una varietà di scelta infinita: il visitatore può lanciarsi in un food tour, nella visita dei tesori nascosti della città, fino alla lezione di cucina o un workshop di artigianato. Tutte esperienze autentiche, guidate da locals che conoscono ogni segreto della loro città.

Come prenotare un’esperienza unica in una grande città

Seleziona la città, visualizza Top sites, tour e attività, consigli di viaggio, oppure esplora la città “per interessi”: itinerari meno battuti, sapori locali, itinerari nell’arte, in famiglia, romantici, per sportivi o addirittura tour “degni di Instagram”. Ce n’è per tutti i gusti e per tutte le tasche! 

Ogni esperienza è corredata da informazioni specifiche, il punto di ritrovo con la guida e, ciliegina sulla torta, una quantità consistente di recensioni dell’esperienza stessa, suddivise a seconda della guida locale che ha fornito il servizio. 

Insomma, non un portale anonimo dove prenotare, ma una piattaforma ricca e sempre aggiornata dove scovare l’esperienza che può rendere indimenticabile la vacanza in città. 

Stiamo a vedere come Google procederà nello sviluppo…

Rimani sempre aggiornato

iscriviti alla newsletter

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

articoli correlati

growth hacking
Data Marketing
Ilenia Morandi

Cos’è il Growth Hacking?

Che cos’è il Growth Hacking? Molto più di un termine “alla moda” oggi tra i marketers, il Growth Hacking è un vero e proprio metodo. Per citare la

Leggi di più »
Chiudi il menu