In tempo di “crisi”sopravvive chi comunica

La parola “crisi”, scritta in cinese, è composta di due caratteri. Uno rappresenta il pericolo e l’altro rappresenta l’opportunità. – John Fitzgerald Kennedy

Una assoluta verità, che ai tempi del Coronavirus, torna di grande attualità dato che molte imprese, chiusi temporaneamente i battenti e congelate dalla paura del futuro, stanno tagliando non solo le spese pubblicitarie, ma la possibilità stessa di mantenere una relazione con i propri clienti.

In un frangente così particolare, lo scenario che si trova a gestire chi si occupa di marketing e comunicazione è molto più che complicato: piani editoriali sottosopra, proposte e offerte commerciali praticamente inutili da promuovere nel contesto attuale e tutta la strategia da ripensare.

Non sappiamo ancora quali scenari futuri ci aspettano, ma l’errore che non dobbiamo commettere è quello di fermarci completamente. Certo, è condivisibile la prudenza negli investimenti in comunicazione, ma ciò che dobbiamo mantenere ad ogni costo è il contatto con le persone.

Per questo ci vengono in aiuto in primo luogo i social network e a seguire tutti gli altri mezzi, come chat, newsletter e sito web.

Rimani presente

Comunicare le modalità con cui i clienti possono fruire (o meno) dei tuoi servizi, i cambiamenti negli orari di apertura, il fatto che il Team è operativo in smartworking e state tutti bene, sono piccoli elementi che trasmettono “presenza”. Stai dichiarando che gestisci la situazione, al posto di subirla.

Pensa a come può sentirsi un cliente davanti ad una totale mancanza di informazioni su come la tua azienda sta agendo, in questo contesto così difficile e confuso.

Consigli:

  • aggiorna gli orari della scheda Google MyBusiness;
  • condividi sui social la tua “scelta” aziendale;
  • continua a dimostrare di “esserci” anche se da remoto.

Aggiorna il piano editoriale e il “Tone of Voice”

Se avevi già attentamente pianificato tutti gli step della promozione, beh, si rende purtroppo necessario ripensarli completamente.

Non ha più senso ora essere “commerciali” o credere di poter sfruttare la situazione vendendo online i soliti prodotti: le persone stanno pensando ad altro, ed ora più che mai vogliono sentire la voce di un brand “umano”, ugualmente sensibile alla situazione globale e vulnerabile, così come si sta sentendo ognuno di noi.

Pensa: potresti essere interessato a prenotare in questo momento un’offerta con una formula non rimborsabile? O preferiresti un’altro tipo di proposta?

Consigli:

  • trova il modo di comunicare il lato “human” dell’azienda, con una foto o meglio, un video;
  • adegua i post che hai pianificato in modo che siano rispettosi del sentire comune;
  • posticipa offerte e promozioni;
  • fornisci “valore”, per esempio con consegne gratuite a casa o massima flessibilità di cancellazione.

Pensa al futuro, anche se incerto

È oggi che stai seminando per il futuro.

Se la tua presenza saprà essere costante ed efficace, i tuoi clienti continueranno a ricordarti con positività, tornando da te. Tutti noi abbiamo bisogno fin d’ora di immaginare la fine di questo scenario e continuare a sognare, specie nel mondo dei viaggi.

Chi sta dispensando risorse gratuite o invitando i propri clienti e fan a condividere ricordi di viaggio, mostra il lato più disinteressato e per questo, autentico, della propria azienda. È così che si coltivano relazioni vere e forti, preziosissime per il futuro incerto che ci attende.

Consigli:

  • condividi un ebook gratuito o una guida;
  • continua a far parlare della tua località attraverso foto o blog post che siano d’ispirazione;
  • offri massima flessibilità per gli acquisti e le prenotazioni future;
  • crea rubriche di consigli utili o praticabili a casa;

Capiamo benissimo che tutto sta cambiando molto velocemente e non è semplice districarsi in autonomia in momenti e su temi così delicati.

Vuoi rivedere la tua strategia attuale o il tuo piano editoriale social? Siamo a tua disposizione…naturalmente “online”!

Contattaci o prenota un appuntamento gratuito di 30 minuti.

Rimani sempre aggiornato

iscriviti alla newsletter

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

articoli correlati

growth hacking
Data Marketing
Ilenia Morandi

Cos’è il Growth Hacking?

Che cos’è il Growth Hacking? Molto più di un termine “alla moda” oggi tra i marketers, il Growth Hacking è un vero e proprio metodo. Per citare la

Leggi di più »
Chiudi il menu